Blog

https://www.cure-naturali.it/enciclopedia-naturale/alimentazione/nutrizione/liquirizia.html   Liquirizia: proprietà, uso, valori nutrizionali La liquirizia, Glycyrrhiza glabra, è una pianta perenne della famiglia delle Leguminosae. Utilizzata come digestivo, espettorante e antinfiammatorio, è molto utile nella cura della tosse, del mal di gola e dell'acidità gastrica. Scopriamola meglio. Proprietà della liquirizia Calorie e valori nutrizionali della liquirizia Modalità d'uso Controindicazioni Descrizione della pianta Curiosità sulla liquirizia Una ricetta     Proprietà della liquirizia Menzionata nel primo erbario della medicina tradizionale cinese, la liquirizia è usata in Asia da circa 5.000 anni per curare tosse, intossicazioni alimentari e...

Abstract L’hamstring syndrome, o sindrome degli ischio-crurali, è una patologia di non raro riscontro in ambito sportivo la cui insorgenza può determinare lunghi periodi di assenza sia dalle sessioni di allenamento che dall’attività agonistica. Introduzione L’hamstring syndrome (HS) venne descritta per la prima volta da Puranen ed Horawa nel 1988 ed inquadrata nell’ambito di una tendinopatia inserzionale prossimale degli hamstring. Classicamente con il termine di HS si intende appunto una tendinopatia inserzionale prossimale degli hamstring in cui la formazione di un tessuto fibrotico,...

http://www.ior.it/curarsi-al-rizzoli/piede-torto-congenito-metodica-di-ponseti-e-intervento-di-codivilla/la-metodica-di-ponseti La metodica di Ponseti, ideata dal dr. Ignacio Ponseti (1914-2009) negli anni Cinquanta-Sessanta, si pone come obiettivo fondamentale quello di limitare al massimo l’aggressione chirurgica del piede e dunque la rigidità, la debolezza ed il dolore che ne potrebbero conseguire in età adulta. L’essenzialità dei principi basilari della metodica, nonché la loro riproducibilità ed efficacia in termini di risultati hanno consentito di superare le diffidenze iniziali dei chirurghi legati ai trattamenti tradizionali, e hanno fatto sì che tale tipo di trattamento...

https://www.humanitasalute.it/prima-pagina-ed-eventi/69302-deformazioni-craniche-neonato-un-aiuto-osteopatia-foto-parere-esperto/?fbclid=IwAR2anoHnpjAOmlkqMvXF5T5mR-csCeO1M7wK7y48-QtZTQUfkM-_-g43uOI   Il benessere di un neonato può passare anche attraverso le mani di un osteopata. Letteralmente “attraverso le sue mani”, dal momento che questa figura è specializzata nell’utilizzo di tecniche manipolative a beneficio dell’apparatoosteoarticolare del bebé. Tra i distretti su cui l’osteopata può intervenire c’è la testa del piccolo in caso di deformazioni craniche che possono pregiudicare lo sviluppo armonioso di tutto il suo corpo. Ne parliamo con la dottoressa Eleonora Resnati, fisioterapista e osteopata di Humanitas San Pio X. Il travaglio...

La sindrome da contaminazione batterica dell'intestino tenue - nota anche come sindrome da overgrowth batterico del piccolo intestino (Small Intestinal Bacterial Overgrowth - SIBO) - è caratterizzata dall'eccessiva proliferazione di batteri, specie anaerobi, nel lume dell'intestino tenue (o piccolo intestino). In condizioni fisiologiche l'intestino crasso (colon) è sede di un'intensa colonizzazione batterica, soprattutto anaerobica, con una concentrazione microbica di almeno 1 miliardo di batteri per millilitro di contenuto fluido. Nell'intestino tenue, invece, si registrano concentrazioni microbiche nettamente inferiori, nell'ordine di 1000...

La terapia con onde d’urto è indicata per le diverse tipologie di tendinopatie o in caso di borsite subacromiale, fascite plantare, entesopatie croniche nonché in alcuni casi di coxartrosi e nel trattamento di contratture e stiramenti muscolari. Le onde d’urto radiali sono impulsi sonori (onde acustiche) di breve durata e di alta energia che vengono impiegate in ambito ortopedico e fisioterapico per trasmettere attraverso l’epidermide movimenti di altissima pressione, diffondendoli poi radialmente attraverso il corpo. Il loro impiego principale è antinfiammatorio e...

  Da: La Repubblica Paradossalmente, il periodo di cui non ricordiamo nulla è in realtà centrale per la nostra futura capacità mnemonica. Lo studio di un'équipe italo-americana oggi aiuta a spiegare questa contraddizione. E' proprio allora che il cervello va 'allenatò con racconti, filastrocche, illustrazioni, luoghi e volti sempre nuovi. Parla la coordinatrice della ricerca. ROMA - I giochi son (quasi) fatti già quando un bimbo inizia la scuola materna. La primissima fase della vita è infatti quella cruciale, per la crescita del...

Ci siamo mai chiesti davvero come percepiscano il tempo i bambini? Di solito i ricordi che riusciamo a conservare in età adulta appartengono ai 5/6 anni di età e degli anni precedenti (di solito mai prima dei 4) si ha memoria solo di episodi singoli, di luoghi, di situazioni precise. Quindi, da adulti, è praticamente impossibile, per i più, ricordare come sentivamo scorrere il tempo in età prescolare. Per i bambini è più facile percepire le scansioni temporali naturali, piuttosto che quelle...

Nella vita embrionale c'è una fase di sviluppo in cui le mani assumono un aspetto palmato, analogo a quanto riscontrabile nel mondo animale acquatico. Mentre negli animali questa caratteristica rientra nella morfologia della specie e garantisce le qualità necessarie a sopravvivere nel proprio habitat, nella scala filogenetica dell'uomo la mano palmata è solo una fase transitoria di sviluppo, e rappresenta invece un difetto se riscontrata alla nascita, una patologia che limita fortemente le attività manuali quotidiane. CHE COSA È La sindattilia è una tra le malformazioni...

Chiama Ora